Due elementi, uno stretto legame. Fin dai tempi della Magna Grecia, l’uomo ha utilizzato la terracotta per la conservazione del vino. Le anfore, arrivate con i Greci e ampiamente diffuse in Italia dagli Etruschi, sono stati i primi veri contenitori per il succo d’uva fermentato. Lo stretto legame tra vino e terracotta è tutto racchiuso in un percorso naturale, nella straordinaria capacità di isolamento termico della terracotta di Impruneta che, grazie alle sue speciali e ormai famose caratteristiche chimico-fisiche, permette una perfetta conservazione del vino. E’ stato inoltre messo a punto uno speciale sistema di chiusura dell’anfora, il quale ci consente di isolare completamente dall’ossigeno. Il rivestimento interno dell’anfora con un prodotto naturale come la cera d’api ha permesso di creare una barriera per evitare predite di vino verso l’esterno. Oggi si è voluto riprendere una delle più antiche tecniche di conservazione del vino nella storia dell’uomo per ridare vita ad un nuovo armonico equilibrio tra vino e natura. Oltre a questa particolare e interessantissima sperimentazione, Artenova ha deciso di approfondire il possibile rapporto tra la Terracotta di Impruneta e il vino, mettendo in produzione una serie di contenitori realizzati in maniera artigianale e finalizzati ad un uso professionale, attraverso la consulenza di vari esperti. (Francesco Bartoletti – Enologo) Two elements – one close relationship. Since the days of ancient Greece man has used clay vessels for storing wine. Terracotta amphorae, arriving with the Greeks and widely distributed in Italy by the Etruscans, were the first true containers for fermented grape juice. The extraordinary thermal insulation capacity of Terracotta is that which forms the natural pathway closely linking it to wine, and the clay from Impruneta, with its distinctive and now famous chemical and physical characteristics, allows for the perfect storage of wine. The amphoraehave been endowed with special airtigh caps enabilng the complete isolation of the wine from oxygen. The inner lining of the amphorae, made from natural elements such as beenswax, forms a barrier preventing the loss of wine to the outside. Today we aim to revive what has been one of the oldest techniques for storing wne in human history, to give birth to a new harmonious balance between wine and nature. Artenova has decided to further investigate this interesting experimentation of the possibilities connecting the TErracotta of Impruneta and handmade vessels crafted in the traditional way but at the same time designed for professional use through the advice of various experts. (Francesco Bartoletti – Oenologist)

Lascia un commento

La Terracotta e il Vino